Virtù per cambiare, insieme

È appena uscito nelle librerie un volume utile per capire il presente, con il grande bisogno che da più parti si esprime di condividere scelte ed esperienze di vita: “Virtù che cambiano il mondo. Partecipazione e conflitto per i beni comuni”, di Guido Viale (Editore Feltrinelli, collana Serie Bianca). Le “virtù” di cui Viale parla sono scelte, orientamenti, saperi, comportamenti e abitudini che nascono e si sviluppano in un ambito di partecipazione e reciprocità.

Dignità, accoglienza, empatia, sobrietà, conoscenza sono virtù della partecipazione e della reciprocità. Un decalogo nuovo, onesto e utile, per intraprendere insieme significative trasformazioni del mondo

Sono anche percorsi di formazione di una nuova capacità di autodeterminazione necessaria per costruire un diverso rapporto con le comunità, garantire un’apertura verso un “mondo diverso” e verso la possibilità di sottrarsi all’attesa impotente della catastrofe economica e ambientale che incombe. Ogni capitolo del libro, nel presentare una “virtù”, fa riferimento a momenti di lotta ambientale e sociale nei diversi territori urbani, a processi organizzativi concreti che si sono rivelati determinanti nel promuovere un aumento sostanziale della solidarietà, della consapevolezza, delle esperienze e della forza dei suoi protagonisti. L’elenco delle “virtù” prese in esame chiarisce il significato di quest’approccio: dignità, accoglienza, empatia, sobrietà, conoscenza. Un decalogo nuovo, onesto e utile a imboccare strade che possono portare a piccole, significative trasformazioni del mondo. Secondo il principio che ognuno, se motivato, può “fare la differenza”.

"Virtù che cambiano il mondo", il nuovo libro di Guido Viale

Una vita biodinamica
a cura di Giuliana Zoppis

Giuliana Zoppis

Novità, eventi, prodotti e servizi per uno stile di vita innovativo e consapevole:
tutto ciò che può dare una svolta “ECO” alle azioni di ogni giorno con responsabilità, curiosità, fantasia, volontà di cambiare in meglio noi e il mondo in cui viviamo.

È lo spazio dedicato al biodinamico, condotto su La Raia.it da Giuliana Zoppis, architetto e giornalista specializzata nei temi ecodesign, bioedilizia e sostenibilità socio-ambientale.
Dopo numerose esperienze editoriali (Rizzoli / Corriere della Sera, Giorgio Mondadori / AD-Architectural Digest Italia e Mondadori) e televisive (Rai 2, Il Piacere di Abitare), collabora con i settimanali D-Dcasa e Il Venerdì de La Repubblica e il magazine Mark Up. È nella Commissione Sostenibilità di ADI (Associazione Disegno Industriale). Nell’autunno 2006 ha fondato con Clara Mantica il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile Best Up.